Accademia delle Alte Terre

Referente: 

Filippo Barbera

La decisione dell'Europa di individuare una strategia unica per la costituenda Macroregione Alpina ha costituito l'occasione per ripensare gli attuali modelli di sviluppo.

All'interno di questo indirizzo, l'Università degli Studi e il Politecnico di Torino, la Regione Piemonte, il CNR, l'Uncem, la città di Mondovì e la Fondazione Collegio Carlo Alberto hanno lavorato a un Memorandum of Understanding volto a costituire sulle Alpi Sud-Occidentali un'accademia dagli obiettivi ambiziosi quanto innovativi: coniugare le due culture tecnica e umanistica, superando la discrasia esistente fra le due forme di conoscenza, al fine di individuare l'insieme dei "saperi" necessari alle giovani generazioni per vivere in libertà e pienezza la montagna, predisponendo percorsi di eccellenza nello studio e nelle professioni.

L'assett dell'Accademia è fornire ai "montanari" di domani una formazione d'eccellenza, dotandoli degli strumenti più idonei a conosere e affrontare i problemi reali delle alte terre per abitarle, e in esse operare, in piena cittadinanza.

Predisporre strategie adeguate al loro sviluppo sostenibile e individuare percorsi tecnici e imprenditoriali in grado di sviluppare strategie adeguate e vincenti. L'Accademia opera in tal senso sulle forze attive già presenti, in concorso con gli attori pubblici e privati che sul territorio formulano programmi condivisi ed efficaci.

Coinvolgimento e integrazione sono i cardini del Memorandum of Understandign stipulato e sottoscritto dagli aderenti all'iniziativa, che in esso si riconosono e sostengono reciprocamente.

Telefono: 0174.560821