Bolzano 2018: 1st World Congress on Agritourism

Il primo convegno mondiale sugli agriturismi si terrà all'Eurac dal 7 al 9 novembre 2018

Una iniziativa che si eserciterà nel tentativo di offrire una panoramica generale di questo importante settore, anche allo scopo di redigere un "libro bianco" degli agriturismi valido a livello globale e basato su una ospitalità agricola di qualità.

Per farlo, esperti e addetti ai lavori discuteranno per tre giorni del valore sociale dell'agriturismo e di come sia possibile migliorarne la presenza sui mercati, anche alla luce delle informazioni ottenute dai partecipanti provenienti da ogni parte del globo. Capire quali caratteristiche contraddistinguono le aziende agricole che offrono ai propri clienti anche servizi turistici aiuterà le imprese che intendono muoversi in questa direzione a farlo nel migliore dei modi.

Quella "agrituristica" è infatti una scelta strategica, che può trasformarsi in un'ottima soluzione per integrare il reddito dei contadini, limitare lo spolamento delle aree montane e rurali e consolidare i rapporti economici e sociali.

Lo sviluppo di un'agricoltura relazionale, basata su piccole strutture in dialogo con i visitatori e la vita della comunità, rappresenta un intelligente modello di valorizzazione territoriale e promozione delle eccellenze agroalimentari. Per questo, il congresso organizzato a Bolzano, in un contesto all'avaguardia come quello altoatesino - in cui circa 3.000 delle 20.000 aziende agricole offrono anche servizi turistici (proporzione che non ha uguali in altre parti del mondo) - si presenta come una straordianria opportunità per fare il punto sulla situazione e favorire un ulteriore sviluppo di quest'attività sostenibile e integrata al contesto locale.

Fare della multifunzionalità il cuore dello sviluppo significa, per i territori rurali e montani, aprirsi ai flussi urbani e turistici puntando con decisione al potenziamento del marketing territoriale, all'agevolazione della competitività aziendale, al ricambio generazionale e all'accesso ai diversi tipi di finanziamento.

Dalla ricerca quotidiana di Eurac - basata sulla raccolta di dati precisi e attendibili e una pluriennale esperienza nello studio dello sviluppo regionale - sarà possibile durante queste giornate allargare lo sguardo oltre i confini nazionali e confrontarsi con i protagonisti di altre aree del mondo come il Sudafrica, il Giappone e gli Stati Uniti, paesi che hanno già inviato le prime richieste di partecipazione.

L'iscrizione al congresso avviene tramite il sito web http://agritourism.eurac.edu.

Entro il 19 febbraio 2018 l'ente di ricerca altoatesio invita inoltre gli esperti ad inviare le loro proposte per contributi scientifici.

Per maggiori informazioni si consiglia di contattare Andrea Omizzolo al seguente indirizzo di posta elettronica: andrea.omizzolo@eurac.edu