Al tavolo UNESCO le candidature del Monte Grappa e l’ampliamento Riserva Appennino Tosco-Emiliano

Il Presidente del Comitato nazionale MaB UNESCO, Pier Luigi Petrillo, ha formalmente sottoscritto e trasmesso a Parigi le due nuove candidature italiane alla Rete mondiale delle Riserve della Biosfera secondo il Programma MAB UNESCO: il "Monte Grappa" e l'allargamento della Riserva della Biosfera Appennino Tosco-Emiliano.
Terminato l'iter progettuale e amministrativo le candidature sono passate, dunque, dal tavolo del Comitato Tecnico Nazionale Italiano alla sede centrale dell'UNESCO che dovrà esprimersi rispetto alle richieste. Il negoziato internazionale si concluderà indicativamente tra un anno, termine entro cui dovrebbe essere formulato il parere.

 

La MaB dell'Appennino Tosco-Emiliano, già iscritta dall'UNESCO nel 2015, si sviluppa su un territorio montano-appenninico che segna la connessione geografica e climatica tra Europa continentale ed Europa mediterranea. Con l'allargamento proposto verrà estesa anche alla regione Liguria, arrivando a coprire quasi 500mila ettari, coinvolgendo 6 Province (Modena, Parma, Reggio Emilia, Lucca, Massa Carrara e La Spezia) e 80 Comuni (di cui 46 nuovi, compresi Reggio Emilia e Parma).
L'Intesa Programmatica d'area “Terre di Asolo e Monte Grappa” coinvolge attualmente 25 Comuni che hanno ad oggi tutti deliberato in Consiglio Comunale una pre-adesione non vincolante al percorso di candidatura a Riserva di Biosfera MAB UNESCO: Alano di Piave, Arsiè, Asolo, Bassano del Grappa, Borso del Grappa, Castelcucco, Cavaso del Tomba, Cornuda, Feltre, Fonzaso, Fonte, Maser, Monfumo, Mussolente, Pedavena, Pederobba, Pieve del Grappa, Possagno, Pove del Grappa, Romano d'Ezzelino, Quero-Vas, San Zenone degli Ezzelini, Seren del Grappa, Solagna, Valbrenta.

 

Riserve di Biosfera MaB UNESCO 

L'Italia conta oggi 19 Riserve di Biosfera MaB UNESCO su un totale di 714 siti riconosciuti in 129 Paesi del mondo. Il maggior numero di Riserve iscritte spetta alla Spagna che conta ben 52 Riserve; seguono Russia (47), Messico (42) e Cina (32).
l Programma “L'Uomo e la Biosfera” (MAB – Man and the Biosphere) è un'iniziativa intergovernativa del settore scienze dell'UNESCO che ha per obiettivo principale quello di promuovere, sin dal 1971, l'idea che sviluppo socioeconomico e conservazione degli ecosistemi e della diversità biologica e culturale non siano incompatibili fra di loro, quello che oggi chiamiamo “Sviluppo Sostenibile”.

 

Immagine di copertina:
La vista dalla cima del Monte Grappa verso le Prealpi e le Dolomiti @Rics1299 (This file is licensed under the Creative Commons Attribution-Share Alike 3.0 Unported2.5 Generic2.0 Generic and 1.0 Generic license)