Innovalp 2018. Talenti, disobbedienze, ribellioni: il festival per una montagna intraprendente

Innovalp, il Festival delle idee per la montagna di Tolmezzo, è giunto quest'anno alla sua seconda edizione.

A partire dal 21 marzo la Carnia ospiterà per tre giorni numerosi esperti di sviluppo montano - a cominciare da Fabrizio Barca, promotore della Strategia Nazionale Aree Interne, il programma coordinato dall'Agenzia per la Coesione Territoriale e basato sulla consapevolezza del forte potenziale di sviluppo di questi territori, certamente periferici ma al contempo caratterizzati da una straordinaria ricchezza culturale e paesaggistica.

Un programmma destrutturato e informale che proporrà ai partecipanti molteplici occasioni di confronto e approfondimento

Innovalp sarà infatti caratterizzato da una serie di incontri che animeranno le vie e i punti di ritrovo del centro storico della città di Tolmezzo, attraverso una formula dinamica che favorirà il dialogo fra relatori e cittadini sulla base della filosofia di fondo del festival: valorizzare il capitale sociale della montagna e rendere attrattivi e vitali i territori delle terre alte.

Una visione strategica che parte dal consolidamento del tessuto sociale allo scopo di diffondere una visione positiva del proprio futuro.

Quattro le principali aree di approfondimento e confronto:

  1. cittadinanza attiva e partecipazione;
  2. impresa, imprese e intraprendenza;
  3. territorio, comunità, smart land, popolazione e uso delle reti;
  4. talenti, disobbedienze, ribellioni.

La sintesi dei contributi dei relatori e delle suggestioni provenienti dai partecipanti assumerà la veste di Manifesto di Innovalp 2018: una raccolta analitica e sistematica di proposte concrete per la montagna di domani, ispirate ad una comune convinzione: "per ciò che ci unisce e non per ciò che ci divide".