Le potenzialità del "Tursimo artigianale"

Una giornata importante, quella di Curogné organizzata per mercoledì 29 novembre dalla Rete per il Turismo responsabile in Piemonte.

Una occasione unica per conoscere meglio gli attori protagonisti di questo innovativo coordinamento, che ha raccolto nelle proprie file oltre 700 tra piccoli imprenditori e professionisti della montagna, attivi in 543 comuni montani del Piemonte.

Le Associazioni culturali Dislivelli e Cantieri d'Alta Quota, le associazioni di categoria Collegio Regionale Guide Alpine del Piemonte, Associazione italiana Guide Ambientali Escursionistiche, Associazione gestori rifugi alpini e posti tappa del Piemonte e la rete Sweet Mountains hanno infatti, dando vita a Trip Montagna, creato un Osservatorio permanente che monitora annualmente l'andamento dell'intero settore.

Impegnandosi nella promozione di un'offerta variegata di attività sportive, culturali e sociali a basso impatto ambientale la rete ha favorito la capacità di dare risposte soddisfacenti alle nuove esigenze di un turismo sempre più attento al rispetto della cultura e della natura alpine. È anche per questo che nel corso dell'incontro Legambiente Nazionale Alpi consegnerà la Bandiera Verde 2017 alla rete Sweet Mountains, sottolineando così ancora una volta l'interesse crescente per questa forma di turismo responsabile.

L'appuntamento di Curogné darà anche l'opportunità a Cassiano Luminati, Direttore dell'ente capofila del progetto, Polo Poschiavo di presentare Alpine Space AlpFoodway, iniziativa che studia la valorizzazione della cultura del cibo delle Alpi come patrimonio immateriale fondamentale della crescente offerta turistica esperienziale.