Le regioni d'Europa tra identità locali, nuove comunità e disparità territoriali

La XXXIX Conferenza Scientifica Annuale dell'Associazione Italiana di Scienze Regionali (AISRe), che si terrà a Bolzano da lunedì 17 a mercoledì 18 settembre 2018 nelle sedi dell'Accademia europea di Bolzano e della Libera Università di Bolzano guarderà alla crescente disparità tra aree centrali ed aree periferiche, tra aree interne e aree esposte, tra Nord e Sud dei Paesi e dell'Europa.

Gli originali lavori presentati nel corso dei tre giorni di approfondimento si concentreranno sui possibili assetti istituzionali rivolti a garantire rappresentanza alle istanze locali, sui casi di decentramento politico e amministrativo, sull'equità territoriale e la coesione nazionale

Particolare attenzione verrà rivolta alle comunità locali alle prese con l'invecchiamento demografico e l'arrivo di nuove popolazioni a sostegno del ricambio generazionale, nonché ai costi e ai benefici econimici e sociali che queste apportano al sistema locale e alle politiche di integrazione.

Un focus del tutto specifico sarà dedicato alle relazioni e ai mutevoli equilibri tra territori e sistemi locali e urbani, tra pianura e montagna e, all'interno delle aree montane, tra i fondivalle maggiormente urbanizzati e i territori di alta quota, zone spesso di confine tra province, regioni e stati. Le relazioni che i sistemi urbani intessono con le vicine aree montane si traducono ancora oggi in rapporti non bilanciati di scambi, condizionamenti e livelli di benessere. 

Uno degli obiettivi della Conferenza è di raccogliere analisi e indicazioni di policy su questo specifico ambito di riflessione.

Le tematiche appartenenti alle scienze regionali riguarderanno i seguenti ambiti:

  • Governance, politiche pubbliche regionali e territoriali, programmazione europea;
  • Crescita, disparità regionali e sub-regionali, economia locale;
  • Imprese, innovazione, catene del valore e sistemi produttivi;
  • Metodi di analisi territoriale e valutazione;
  • Lavoro, welfare, servizi alla persona e politiche sociali;
  • Benessere, cultura, turismo;
  • Urbanistica, mercato immobiliare e processi di sviluppo delle città;
  • Infrastrutture, trasporti e servizi a rete.

L'Europa di oggi, attraversata da una forte domanda di autonomia da parte dei territori, si caratterizza per una richiesta di maggior tutela delle identità locali e di più ampia rappresentanza delle cittadinanze residenti. Tali istanze possono, però, mettere a rischio gli obiettivi di equilibrio e di integrazione tra parti del territorio e tra chi le abita, obiettivi da sempre al centro della riflessione e delle proposte sviluppate nell'ambito delle scienze regionali.

La XXXIX Conferenza dell'AISRe è una occasione imperdibile per comprendere meglio gli scenari contemporanei e i più importanti cambiamenti del nostro presente.