Migrazioni e diritto internazionale: verso il superamento dell'emergenza?

Il 22° Convegno Annuale della SIDI, la Società italiana di Diritto internazionale e di Diritto dell'Unione europea, è stato dedicato all'interrelazione fra migrazioni e diritto internazionale «nella convinzione - si poteva leggere nella call for papers - che il diritto sia uno strumento fondamentale per comprendere le migrazioni di massa ma che, allo stesso tempo, il giurista possa trarre benefici dall'instaurazione di un dialogo con altre branche del sapere».

Il Convegno si è aperto con una sessione multidisciplinare «avente l'obiettivo di facilitare l'inquadramento del fenomeno nel suo complesso e di introdurre, in chiave non solo giuridica ma anche sociologica, storica, economica e demografica, i diversi argomenti sviluppati nel corso delle sessioni successive».

Una chiamata a cui studiosi italiani e stranieri hanno risposto positivamente, data la notevole partecipazione e qualità degli interventi previsti nel corso di queste due giornate di studio ricchissime di contributi transnazionali.

Alle tre sessioni plenarie:

  • Comprendere le migrazioni: verso il superamento dell'emergenza?
  • Le politiche migratorie: una comparazione di casi studio e le loro interazioni con il diritto internazionale;
  • La distinzione tra rifugiato e migrante economico: una dicotomia da superare?

si sono aggiunte alcune sessioni parallele dedicate a diversi aspetti dello studio del fenomeno in esame, dalla responsabilità degli Stati nella gestione delle migrazioni alle condizioni di salute, fisica e psicologica, dei migranti, compresi i minori non accompagnati.

Il video del convegno è consultabile in streaming al seguente indirizzo:

https://www.youtube.com/watch?v=cTJtkJGxeNo