Migrazioni verticali: un nuovo sito per raccontare la montagna

Raccontare una montagna “lontano dai luoghi comuni”, ma sempre protagonista. É questo l'obiettivo del nuovo sito Migrazioni verticali in cui Manuela Mimosa Ravasio, giornalista e aspirante "migrante verticale", raccoglie riflessioni e incontri.  

Dare voce alle terre alte attraverso le storie di chi continua a viverle, o di chi torna "tra i suoi monti". Riflettere sulla montagna come luogo di innovazione, ma anche come “luogo altro”, rifugio del corpo e dello spirito in cui ci si può avvicinare di più al cielo. Questi alcuni dei temi del sito Migrazioni Verticali strutturato in quattro sezioni di contenuti. “Storie di Alt(r)i” è la sezione  che parla di identità e autenticità; “Gente Comune” racconta l'esperienza di chi è capace di valorizzare il proprio territorio; “Architetture Alpine” presenta storie di trasformazione degli spazi connessi all'ambiente montano;  “Pensieri in Salita” propone riflessioni sul territorio della montagna, spesso con progetti sperimentali di narrazione partecipata. 

Nelle pagine di presentazione del nuovo sito si legge: “Migrazioni Verticali è un sito che scrive, ma sarebbe meglio dire, riflette, sulla montagna. La montagna come aspirazione, la montagna come consolazione, la montagna come evasione, la montagna come piacere, la montagna come desiderio, la montagna come sudore allegro, la montagna come luogo “altro” e “alto” in cui ci si può avvicinare di più al cielo e quindi all'Umano”.

 

Visita il sito

https://migrazioniverticali.it/