Segnincontro: premiati i vincitori dell’edizione 2022!

Si è tenuta domenica 16 ottobre presso il cinema teatro di Monno, in Val Camonica la giornata conclusiva di Segnincorto 2022:  Fare cibo nelle Alpi.

La giornata conclude un ampio programma di iniziative tra le quali la Giornata nazionale del patrimonio alimentare delle AlpiLa festa de Lo Pan Ner.

Il concorso è stato promosso da Comunità Montana di Vallecamonica ed organizzato da Associazione Borgo degli Artisti, con il contributo di Archivio di Etnografia e Storia Sociale e Regione Lombardia.

L'evento ha visto la partecipazione di un folto numero di spettatori e la presenza di tutti i finalisti, suddivisi nelle categorie in concorso.

Da sottolineare la presenza della giuria, con Marco Meazzini (Docente al DAMS Università Cattolica di  Brescia) in qualità di presidente di giuria, Daniela Gambolò (Presidente e direttore di Associazione Borgo degli Artisti), Pierluigi Ferrari (Giornalista RAI e docente Università Cattolica  Brescia) intervenuto con un videomessaggio. Stefano Boccalini (direttore di Ca'Mon) assente causa malattia è stato sostituito dall'intervento di Elena Turetti.

Dopo una breve introduzione, sono stati proiettati i cortometraggi selezionati per la finale, suddivisi per categoria.

In seguito sono stati assegnati i premi, come di seguito riportato insieme alle motivazioni

 

  • Categoria CORTOSTORIE, cortometraggi a sfondo narrativo

"Anche per questa selezione il ruolo della Valle, ha colpito e stupito la commissione. Da un'attenta analisi dei cortometraggi pervenuti, la giuria, ha espresso il seguente verdetto per la categoria Cortostorie: "

Al secondo posto, è lieta di premiare il Collettivo i luoghi del cibo (Matteo Isonni), con VENDEMMIA A DARFO BOARIO, la loro tecnica audiovisiva ha elaborato il racconto delle radici della vite e delle tradizioni camune, con tratti nitidi, essenziali e mai banali.

Al primo Arianna Colajori con GALAXIAS, tra arte e sperimentazione,  poesia e surreale, la parola si fa leitmotiv e filo conduttore di un racconto a tratti poetico ed estremamente originale." 

1° classificato GALAXIAS di Arianna Colajori 

2° classificato VENDEMMIA A DARFO BOARIO TERME del Collettivo i luoghi del cibo

 

  • Categoria DOCUMENTARI

"Narrare la non fiction, non è compito facile in quanto è sempre il reale il filo conduttore delle storie audiovisive." La giuria, ha così deciso  per la categoria Documentari

Al secondo posto Michele Trentini e Andrea Colbacchini , con PAESAGGI DEL CIBO, opera del 2021, che racconta le valli alpine con un focus sulle Dolomiti e sul legame con i prodotti agro alimentari, mettendo in risalto la biodiversità del territorio.

Al primo posto, la giuria, è lieta di premiare Fabrizio Zanotti con  TERRA FRAGILE, il suo lavoro esprime il profondo legame tra spirito e terra, riscopre e racconta il valore genuino e il rispetto nel rapporto con il proprio ambiente."

1° classificato TERRA FRAGILE di Fabrizio Zanotti

2° classificato PAESAGGI DEL CIBO di Michele Trentini ed Andrea Colbacchini

 

  • Categoria CORTISSIMI

"Raccontare nel breve tempo è da sempre una sfida. Lo è dal 1895 quando i fratelli Lumiere inventarono il cinema con pochi piani sequenza, ma con lo scopo di imprimere un segno, una registrazione su un supporto a memoria di ciò che in quel momento vedevano. Da allora trascorso molto tempo e l'evoluzione della clip montata nel breve termine è ancora oggi una sfida attuale." La giuria, all'unanimità, ha espresso il seguente verdetto per la categoria Cortissimi

Al secondo posto Luca Sorsoli e Beatrice Simone, con ASSAGGIA LE ALPI, per il sapiente racconto del mondo montano, tra immagini e gusto.

Al primo posto Flavia Ferraguti, con PROFUMO DI TIMO, per la sua capacità di narrare il territorio attraverso immagini e sensorialità"

1° classificato PROFUMO DI TIMO di Flavia Ferraguti

2° classificato ASSAGGIA LE ALPI di Beatrice Simone e Luca Sorsoli

 

  • Categoria GIOVANI

"Ricevute le numerose opere di under30, desideriamo premiare la creatività ed il valore della sperimentazione. Se il linguaggio contemporaneo spesso si allontana dalla grammatica del cinema, questi ragazzi e ragazze hanno saputo invece trovare nelle radici dell'arte cinematografica ispirazione, traducendo in pratica le loro idee. Il cammino per questi giovanissimi merita di essere sostenuto ed accompagnato." La giuria, con insindacabile giudizio, ha espresso il seguente verdetto per la categoria Giovani

Al secondo posto, Alexia Merlante, con TITO, SPECK E TRADIZIONE.

Al primo posto Luca Rabotti, con la sua creazione “I LADER DE ERBA”."

1° classificato I LADER DE ERBA di Luca Rabotti

2° classificato TITO, SPECK E TRADIZIONE di Alexia Merlante

Per la categoria  giovani, la giuria ha premiato i vincitori con una partecipazione gratuita al Workshop di produzione audiovisiva che si terrà a Breno il 26 e 27 novembre, presso il Palazzo della Cultura. 

Al termine tutti i presenti hanno partecipato al momento conviviale, presso il centro Ca'Mon, organizzato da Associazione Ristoratori di Vallecamonica, Slowfood Valle Camonica, Biodistretto e Consorzio tutela IGT.